Topic: FORUM DIBATTITO. LA TERZA GUERRA MONDIALE A SCACCHIERA TRA GEOPOLITICA RIASSETTO DELL'OCCIDENTE EVRSIONE CONVENZIONALE E NON CONVENZIONALE VERSO NUOVI REGIMI TOTALITARI PREPARATI CON CURA PER CONTROLLARE DEFINITIVAMENTE L'ANZIANO OCCIDENTE.

Data 16.11.2015
Autore Paolo F.
Oggetto R: attentato parigi.

Ogni analisi che isola un approccio ed un dato è parziale. Direi che la autonomia francese sul piano economico commerciale non è certo ben vista a livello di strategie internazionali anglo sioniste ed americane. E tanto vale anche per il punto di vista di esse, introdotte e ben presenti nel tessuto europeo.
Ma la Francia ha brillato per stoltezza strategica e per tatticismo aderendo in modo piano alla distruzione della LIbia di Gheddafi ed inoltre la partecipazione militar aerea all'indomani degli attentati non la vede disallineata.
La scelta di Parigi e non Berlino , Roma o Venezia o Stoccolma comunque non è casuale .. e il dato da te valutato concorre ad un quadro di riferimento valutativo come tassello alquanto "minore " direi .. In questa fase storica dove la necessità di partecipare e controbilanciare la egemonia interventista russa è forte, si appalesano come più dirette e concrete cause ed analisi di matrice strettamente geopolitico militare, e alcune informazioni emerse sui coinvolgimento almeno indiretto di servizi nel precedente attentato alla sede del noto giornale satirico e sulla sottoposizione al segreto di Stato di parte delle indagini (ricorrente anche il percorso e la trama attraverso il Belgio) , se confermate e confermabili, e vere, spiegherebbero molto meglio varie cosucce. Quando si analizzano eventi e fatti di palese complessità e radicamento internazionale vanno valutate le cause e spiegazioni primarie, poi le secondarie e infine il quadro generale che "può" aver concorso ad una scelta ...

 

CDD Comitato Difendiamo la Democrazia © 2012 Tutti i diritti riservati.

Paoloferrarocdd.eu