<h3 data-wnd_is_separable="1" data-wnd_separable_id="wnd_TextBlock_34235" data-wnd_separable_index="0" id="wnd_TextBlock_34235_inner_0" style="font-size: 3.4375rem; margin: 0px; line-height: 1.16364; font-family: reklame-script, Georgia, serif; font-weight: 400; text-align: center; overflow-wrap: break-word; padding-right: 0px; padding-left: 0px; word-spacing: 1px; color: rgb(57, 57, 57); transition: none 0s ease 0s; box-sizing: border-box; text-transform: none; -webkit-tap-highlight-color: transparent !important;"><span style="font-size:24px;"><span style="-webkit-tap-highlight-color: transparent !important; font-weight: 700; transition: none 0s ease 0s; box-sizing: border-box;"><font class="wsw-21" style="-webkit-tap-highlight-color: transparent !important; color: rgb(35, 141, 155); transition: none 0s ease 0s; box-sizing: border-box;"><a href="https://cms.grandediscovery.webnode.it/la-macchinazione/#" style="background-color: transparent; transition: none 0s ease 0s; border-bottom-width: 1px; border-bottom-style: solid; border-top-color: rgba(85, 85, 85, 0.5); border-right-color: rgba(85, 85, 85, 0.5); border-left-color: rgba(85, 85, 85, 0.5); box-sizing: border-box; -webkit-tap-highlight-color: transparent !important; color: inherit !important; text-decoration-line: none !important; border-bottom-color: transparent !important;"><span style="color:#006400;">Firma la petizione&nbsp;</span></a></font></span></span></h3>
<h3 data-wnd_is_separable="1" data-wnd_separable_id="wnd_TextBlock_34235" data-wnd_separable_index="0" id="wnd_TextBlock_34235_inner_0" style="font-size: 3.4375rem; margin: 0px; line-height: 1.16364; font-family: reklame-script, Georgia, serif; font-weight: 400; text-align: center; overflow-wrap: break-word; padding-right: 0px; padding-left: 0px; word-spacing: 1px; color: rgb(57, 57, 57); transition: none 0s ease 0s; box-sizing: border-box; text-transform: none; -webkit-tap-highlight-color: transparent !important;"><span style="font-size:24px;"><span style="-webkit-tap-highlight-color: transparent !important; font-weight: 700; transition: none 0s ease 0s; box-sizing: border-box;"><font class="wsw-21" style="-webkit-tap-highlight-color: transparent !important; color: rgb(35, 141, 155); transition: none 0s ease 0s; box-sizing: border-box;"><a href="https://cms.grandediscovery.webnode.it/la-macchinazione/#" style="background-color: transparent; transition: none 0s ease 0s; border-bottom-width: 1px; border-bottom-style: solid; border-top-color: rgba(85, 85, 85, 0.5); border-right-color: rgba(85, 85, 85, 0.5); border-left-color: rgba(85, 85, 85, 0.5); box-sizing: border-box; -webkit-tap-highlight-color: transparent !important; color: inherit !important; text-decoration-line: none !important; border-bottom-color: transparent !important;"><span style="color:#006400;">"Istituzioni e Paolo Ferraro vanno tutelati nella legalità"&nbsp;</span></a></font></span></span></h3>
<div style="transition: none 0s ease 0s; box-sizing: border-box; color: rgb(85, 85, 85); font-family: proxima-nova, Helvetica, Arial, sans-serif; font-size: 20px; -webkit-tap-highlight-color: transparent !important;">
&nbsp;</div>
<h2 data-wnd_is_separable="1" data-wnd_separable_id="wnd_TextBlock_34235" data-wnd_separable_index="1" id="wnd_TextBlock_34235_inner_1" style="overflow-wrap: break-word; padding-right: 0px; padding-left: 0px; margin-top: 0px; margin-bottom: 0px; font-size: 2rem; line-height: 1.375; font-family: proxima-nova, Helvetica, Arial, sans-serif; color: rgb(57, 57, 57); transition: none 0s ease 0s; box-sizing: border-box; text-transform: none; -webkit-tap-highlight-color: transparent !important; text-align: justify;"><em><span style="font-size:20px;"><a href="https://www.change.org/p/magistrature-paolo-ferraro-e-istituzioni-vanno-tutelati-nella-legalit%C3%A0?recruiter=134804870&amp;utm_source=share_petition&amp;utm_medium=copylink&amp;utm_campaign=share_petition" style="background-color: transparent; transition: none 0s ease 0s; border-bottom-width: 1px; border-bottom-style: solid; border-top-color: rgba(85, 85, 85, 0.5); border-right-color: rgba(85, 85, 85, 0.5); border-left-color: rgba(85, 85, 85, 0.5); box-sizing: border-box; -webkit-tap-highlight-color: transparent !important; color: inherit !important; text-decoration-line: none !important; border-bottom-color: transparent !important;" target="_blank">LA ALLUCINANTE E VERA VICENDA DI UN MAGISTRATO CHE HA SACRIFICATO LA SUA VITA PER IL SUO PAESE, E CHE PUO' ORA ESSERE RESTITUITO ALLA VITA SOCIALE E PROFESSIONALE SECONDO LEGALITA'</a></span></em></h2>

 

L'ULTIMA MAIL ALLA MAGISTRATURA. LA SCHEDA PAOLO FERRARO IL DVD E L'INDICE DI TUTTI I SITI E CANALI VIDEO

Esattamente dieci anni fa iniziarono l'otto novembre 2008, sabato pomeriggio inoltrato, le registrazioni della Cecchignola. Una prima iniziale e provvisoria tabella frutto di una prima classificazione dei dati la ebbi a redigere dopo i primi ascolti tra la fine di novembre ed primi del dicembre 2008. Da lì, mentre mi rendevo conto della gravità sottesa a quello che avevo accertato, è a monte partita la GrandeDiscovery. La tabella che segue  immessa in testa fa parte della scheda  "Paolo Ferraro (magistrato) SCHEDA STORIA VICENDA A MONTE ED A VALLE, PROGETTO"  

HTML Message
Oggetto:
PaoloFerraro SCHEDA SITI CANALI e vv. Un commiato in attesa di eventi ed 
azioni necessarie
Da:
"Fallitae svelata la operazione militar segreta, andava violentemente copertala 
intera macchinazione." <cddgiustizia@gmail.com>
Data:
Wed,14 Nov 2018 11:00:35 +0100
A:
PERLA RIAMMISSIONE IN SERVIZIO DI PAOLO FERRATO PREVIA REVOCA 
DELLADISPENSA PER " FANTOMATICA INETTITUDINE" .. "COMMINATA" 
"troppo sapevaavendo capito e provato. Doveva esser distrutto 
"UNA MACCHINAZIONETUTTA POSTA ALLO SCOPERTO. Che aspetti a prender
posizione e adinformare con PROVE DIRETTE A DISPOSIZIONE UNICHE AL 
MONDO ?! :;
Errors-To:
cddpaoloferraro@gmail.com
Priorità:
Massima
Allegati:
tabella2009 novembre.jpeg, CARTELLEDOWNLOADS.jpg, 1(1).png, 1(2).png, FALLITA_E_SVELATA_LA_OPERAZIONE_ANDAVA_VIOLENTEMENTE_
COPERTA_LA_INTERA_MACCHINAZIONE.mp4,www.grandediscovery.it.zip
X-Mailer:
MBM8.4.7-IT


VI sono rare vicende che travalicano la apparenza costruita della dimensione individuale, che attingono direttamente alla base dei principi di legalità, che rilevano sul piano istituzionale più alto e che proprio per la loro (oscurata) centralità e per quello che nascondono vengono celate,

Ignorate con indifferente supponenza di "necessaria" copertura da coloro che ne sono artefici o consapevoli, esse vengono rinchiuse nel ghetto "protocollare"con la formula prediletta "vicenda personale" triste od in altro modo aggettivata, con una ipocrisia malata e sconvolgente. Una formula giustificata solo dalla necessità di confondere ed evitare attenzione e giudizio, mediante la etichetta che solletica il pregiudizio del limitarsi al luogo comune.Intere procedure di intervento vengono tarate sul modulo individuale, poi "gestibile".

In quei casi non frequenti, la tutela attiva del principio di legalità non si può fermare dinanzi al trincerarsi con un rinvio mero verbale ai rimedi legali esperibili dal singolo, in costanza di reati procedibili di ufficio che vedrebbero di norma invece attivarsi la autorità giudiziaria e di uno scenario che attinge alla effettività della indipendenza stessa della magistratura ed autotutela anche "dall'interno" e da forze esterne segretate o segrete.

In questi casi entra in gioco la coscienza vigile associata o la sommatoria delle coscienze vigili e consapevoli, e questo farebbe parte della storia associativa, della migliore storia della magistratura italiana.

Ho messo a disposizione di tutti impianti di prove "dirette" uniche al mondo e analisi poggiate sul principio a voi ben noto della "contestualizzazione", che insieme cristallizzano la realtà ben oltre la opinione od il giudizio personale, La certezza che non si possa finalmente giocare più sulla ingenua buona fede e sull'ignorare incolpevole dei magistrati, mi ingiunge di tirarmi indietro, in attesa.

Dal canto mio ho risposto fino all'ultimo momento la mia fiducia nei valori, nelle regole e nello Stato di diritto. Certo ho informato e formato globalmente data la posta e le questioni, ma Il diritto le regole ed i principi giuridici vanno coltivati nella loro sostanza e preservati così come la Costituzione e la democrazia sono frutto di un incessante lavorio di costruzione e difesa o periscono.

Avete tutto a disposizione per capire, analizzare e valutare e decidere che occorre prendere posizione collettiva anche a sostegno ed appoggio di chi eletto o membro di realtà istituzionali non va lasciato solo,

La scheda e i dati che seguono dopo anni di incessante analitica e dettagliata informazione costituiscono, insieme al sito OFF LINE da scompattare su pc e al breve video allegati, l'ultima comunicazione di chi ritiene di aver fatto il suo dovere di magistrato e cittadino, più e proprio da quando è stato reso (tutto è ancora in gioco) un cittadino disoccupato e addirittura lasciato senza tutela, insieme alla sua famiglia, dinanzi ad ultimi assalti diretti/intrusioni/attività illecite penalmente e di chiara sconvolgente matrice, subiti infine nel maggio 2015 e 2016, dei quali siamo riusciti ad avere la preservata prova e molto altro, 
con la conservata testimonianza diretta di parte offesa. 

https://www.paoloferrarocdd.eu/linquinamento-della-politica-e-della-societa-anche-con-metodologie-certamente-militari-e-ormai-un-dato-reale-e-concreto/ .


Roma 13 novembre 2018
      Paolo Ferraro



p



SU YOUTUBE


ALCUNI VIDEO SINTETICI DI PROVA "DIRETTA" A PARTIRE DAL 2016  


¶¶¶ ¶¶¶ ¶¶¶ 

LA MACCHINAZIONE The plot UNA TRAPPOLA INFERNALE"

¶¶¶ ¶¶¶ ¶¶¶

IL VIDEO CHE CHIUDE LA TRATTAZIONE DEL CASO PAOLO FERRARO E DELLA GRANDEDISCOVERY


Questo video audio è una opera di verità che disvela trame profonde che riguardano tutti e le istituzioni e le sacche di legalità dello Stato. Con questo video audio di sintesi pubblicato in rete su tutti i canali video si conclude tutto il lavoro dell'ex per ora magistrato Paolo Ferraro



Paolo Ferraro (magistrato) Scheda Siti Canali video Storia Vicenda a monte ed a valle. 
La grandediscovery.

PaoloFerraro (Roma,23 luglio 1955) è un magistrato italiano.

IBREVE CURRICULUM E PARERI
Èstato pubblicoministero pressola Procura di Roma, ancorapendente in fase giudiziaria la vicenda della dispensa dalservizio . Nell'ambito del suo lavoro ha condotto tra lealtre  l'indagine"Oilfor drugs",avviata nel 2003 sul doping, inparticolare nel mondo del ciclismo anche amatoriale, esperto diinformatica sicurezza e salute del lavoro,  con vaste esperienzenel diritto civile ed amministrativo, svariate pubblicazioni,  harealizzato tra gli altri  un programma sperimentato ed attuato digestione integralmente automatizzate delle attività procedimentalidenominato "ATZ" . Al lavoro dei  magistrati per c.a.12.000 prcedimenti penali all'anno veniva sostituito un solo clickmensile che produceva completi di tutto tutti i provvedimenti per lagestione delle indagini e la loro conclusione,destinati alla sola firma e verifica del magistrato
Siriportano le valutazioni e pareri per la nomina a magistrato diCassazione :
Ildott. Ferraro Paolo, che gode di profonda stima edindiscusso riconoscimento professionale nell’ambiente giudiziario,ha ricevuto unanime plauso per le sue specifiche qualità professionalianche nel periodo oggetto di ultimo vaglio.
Gliviene attribuita in ogni ambito una eccezionale preparazione, fuori delcomune, frutto di ragguardevole preparazione giuridica, stimolatadell’assiduo impegno che ha riversato nell'opera di perfezionamento delsuo cospicuo bagaglio dottrinale e giurisprudenziale, nell’eserciziodelle funzioni.
Ilcollega dotato di fervida e vivacissima intelligenza, assomma ad unaconsolidata formazione nel settore civile e nel settore amministrativo( impiego presso uffici legali e legislativi, in varie amministrazionipubbliche e collaborazione a suo tempo presso cattedra di istituzionidi diritto privato dell’Università degli studi di Roma ), una profondapreparazione anche nel settore penale. Preparazione maturata conl’esperienza professionale, e arricchita da doti ed attitudini generaliestremamente variegate, tali, per estensione e poliedricità, dacostituire un ulteriore tratto tipico.
Ipareri degli affidatari nel corso del tirocinio come uditoregiudiziario, il parere per la nomina a magistrato di Tribunale, irapporti dei capi di ufficio in sede di domande per incarichi e nominein genere e l’ultimo parere per la nomina a magistrato di Corte diAppello ( tutti allegati ), hanno dato costantemente conto di giudizilusinghieri effettivamente fondati sulla concreta valutazione dellaqualità del concreto lavoro svolto e sulla rilevazione empirica delledoti manifestate dal dott. Ferraro.
Giàper la nomina a magistrato di Tribunale, il pretore dirigente dellaPretura di Terni sottolineava nel dott Ferraro la “ vasta e profondapreparazione culturale ed una spiccata capacità professionale,arricchite da un continuo aggiornamento dottrinale e giurisprudenziale,un fervido e sottile ingegno ed un elevato senso del dovere” ed alparere dell’epoca risultano allegate numerose sentenze pubblicate suautorevoli riviste ed altresì alle autorelazioni ed infine inserite nelrelativo fascicolo personale. Il precedente rapporto per la nomina amagistrato di Corte di appello mutuando anche pareri e rapportiintermedi analizzava concretamente tutte le indicate attitudini equalità, mediante analitica valutazione degli elementi noti all’ufficio.
Ulterioreparere parziale ivi considerato lasciava anche emergere significativequalità specifiche mostrate dal collega nel breve periodo in cui fucollocato fuori ruolo, presso la DG II.PP del Ministero di Grazia eGiustizia, ove, tra i compiti affidatigli, curava il contenzioso ed ipareri per il Consiglio di Stato nel settore delicato della ediliziapenitenziaria.
Propriograzie al costante travaso del predetto eccezionale bagaglioprofessionale e culturale ed al complesso di doti ed esperienzeindicate, il consigliere Ferraro ha raggiunto in questi ultimi setteanni encomiabili risultati, nello svolgimento delle funzioni diSostituto Procuratore, da lui esercitate presso la ProcuraCircondariale e poi nella PROCURA UNIFICATA, nel periodo che và dal1997 al 2004.
Inatti risulta allegata tramite autorelazione una cospicua mole discritti dottrinali, una numerosa serie di provvedimenti significativi,ed una ( solo indicativa ) estrazione di provvedimenti e capi diimputazione riferiti agli ultimi anni , alla cui puntuale lettura sirinvia, in quanto contribuiscono a confermare un giudizio fondato anchesulla concreta e specifica conoscenza quotidiana del complessivo lavorosvolto dal dott. Ferraro.( i provvedimenti collegiali vengonocontinuamente sottoposti al vaglio degli Aggiunti di riferimento).
Tragli stessi provvedimentiestratti automaticamente,sulla scorta delle indicazioni e richieste del Consiglio, emergonoanche provvedimenti di buona fattura e in ordine ad alcuni procedimentidi complessità non minore.
Ildottor Ferraro ha continuato peraltro a mostrare nel periodo oggetto dipiù specifica valutazione, capacità e conoscenze direttamente legate adun utilizzo “ professionale “ delle risorse informatiche, e gode diriconoscimenti indiscussi e lusinghieri anche a tal riguardo.
Tral’altro ha da ultimo continuato ad aggiornare e adeguare dotazioneinformatica volta ad automatizzare e semplificare le attivitàdell’ufficio del P.M. ( con apposita organizzazione di strumentigestionali, messi a disposizione dei colleghi e dell’ufficio, in ordineai quali viene allegata, nella autorelazione, estratto illustrativo ) .
Delpari è unanimemente riconosciuta la capacità di impegno organizzativopiù generale profusa nell’ufficio dal dott. Ferraro, che ha rivelatoattitudini specifiche e meritevoli di espressa menzione anche a talriguardo.
Proprioin virtù di tali capacità gli fu affidato tra l’altro il compito,portato egregiamente a termine, di realizzare ulteriore procedura digestione informatica ed organizzazione di un intero settore di reati“ATZ” (automatizzato), compito portato a termine mediante aggiornamentoe perfezionamento continuo, sino al 1999 ( data di unificazione delleprocure ), e vari incarichi afferenti l’organizzazione dell’ufficio.
Daultimo, come connotato saliente e più significativo, va ribadita laspecifica ed approfondita preparazione del dott. Ferraro nel settoredella salute e sicurezza sul lavoro.
Gliarticoli allegati e le circolari da lui proposte per il riordino delleattività nel settore, nonché i pregevoli capi di imputazione visionatianche nel corso degli anni e direttamente dall’Aggiunto di riferimentosin dal 2000, rivelano un bagaglio di formazione e conoscenze preziosoper la Procura.
Vapoi segnalata la appartenenza del dott. Ferraro anche al pool per ireati in materia di “ Interferenze illecite “ e la trattazione diprocedimenti che comportano metodologie di indagine nuove ed un tassodi tecnicità notevole, per le conoscenze specifiche nel settoreinformatico che comportano.
1.Qualità di carattere significativo per l’attività giudiziaria;
Ilcollega, che ha dato sempre continua prova di un notevole bagaglio didoti individuali, fornito di particolare intuito naturale ed acume, hamanifestato costantemente profonda umanità ed equilibrio, congiunti alprofondo rispetto dei ruoli e delle parti, essendo apprezzatouniversalmente per la disponibilità serietà ed al contempo cordialitàcon la quale interloquisce con le parti ed il pubblico, ed al contempoper l’equilibrio e l’indipendenza più complete manifestatenell’esercizio delle funzioni.
Fermoe deciso, ha sempre fornito contributi e preso decisioni con rigore espeditezza, al contempo apprezzando ed assicurando il confronto ed ilcontinuo approfondimento delle problematiche collegate alla attivitàsvolta, grazie alla sua profonda sensibilità giuridica ed istituzionale.
E’noto peraltro come tale sensibiltà sia nel dott Ferraro estesa alletematiche ordinamentali ed ai profili attinenti l’organizzazione dellavoro giudiziario, proprio e degli uffici.
ILgrande riserbo ed il rigore che gli hanno conferito stima indiscussanell’ambiente giudiziario, sono legati perciò ad una immagineprofessionale di grande indipendenza ed imparzialità, che lo rende trai magistrati più in vista e stimati, e non certo per la notorietàindirettamente derivatagli da notizie di stampa concernenti indaginipregevolmente concluse, a lui affidate .
1.Modalitàdi direzione della polizia giudiziaria e di conduzione delleistruttorie.
Hasempre diretto con grande autorevolezza la polizia giudiziaria,adoperandosi per la migliore organizzazione ed incisivitàdell’intervento della stessa in genere ed in settori specifici dicriminalità ( reati nel settore della salute pubblica, vicende dicriminalità organizzata, episodi di criminalità comune )
Ildott. Ferraro ha poi condotto le indagini sempre con encomiabileimpegno personale, ottenendo costantemente lusinghieri risultati anchesotto il profilo del coinvolgimento della polizia giudiziaria,riuscendo ad ottenere il massimo dell’impegno e della collaborazione.
Scrupolosoe tenace, ha portato a termine molte indagini complesse, spessocoinvolgendo la p.g. nell’utilizzo di tecniche informatiche conelaborazione ed analisi dei dati raccolti.
Gliallegati al rapporto ed alla autorelazione danno conto di alcuniprocedimenti trattati con tali metodologie
1.Modalitàdi partecipazione alle udienze dibattimentali dei giudici e del P.M.
Nell’ambitodelle funzioni requirenti il dott. Ferraro si è effettivamente distintoda sempre per la lucida, incisiva e professionale presenza dellapubblica accusa, godendo a riguardo di indiscussa stima e prestigiopresso i colleghi giudicanti.
Conducegli esami dei testi e degli imputati con incisiva sintesi e ha sempremanifestato capacità di cogliere e far emergere tutte le questionirilevanti ai fini della decisione e della valutazione delle prove,assicurando apprensione completa ed organica delle fonti di prova nelcorso delle indagini.
Laprecisione ed accuratezza delle contestazioni formulate e laautorevolezza manifestata nelle aule si coniuga con il rigore e laserietà manifestata quotidianamente nell’esercizio delle funzioni.
Abileoratore, senza indugio nell’enfasi, ha costantemente concluso il suoimpegno nelle istruttorie dibattimentali, con requisitorie apprezzateper la puntualità e precisione ovvero per la capacità diapprofondimento, richieste accolte finanche nella indicazione dellepene richieste, sempre equilibrate ed adeguate ai fatti sottoposti alvaglio del giudice.
1.Tecnichedi indagine nei confronti della criminalità negli specifici settori
Ildott. Ferraro ha realizzato negli anni di servizio presso la Procuravarie esperienze originali, utilizzando tecniche di indagine collegateall’utilizzazione dello strumento informatico.
Agliatti del fascicolo personale risultano acquisiti in particolareprotocolli di indagine, sia in ambito generica che in materie piùspecialistiche ( sicurezza e salute del lavoro ) ed è a conoscenzadell’ufficio l’utilizzo da parte del collega di tecniche di indagineche adottano predisposizione di appositi database finalizzati caso percaso all’acquisizione ordinata dei dati, all’elaborazione degli stessimediante gestione informatizzata ed al travaso infine degli stessinelle attività procedimentali e nei provvedimenti da emettere.
1.Celeritànella conduzione del processo
Sindal 1992, con parere favorevole concernente la richiesta diautorizzazione del collega ad essere applicato presso la Presidenzadella Corte Costituzionale, il Procuratore pro tempore così siesprimeva “ egli potrà assicurare anche la cura del suo carico diprocedimenti, valutato il lavoro compiuto sino ad oggi, che risultaessere statisticamente superiore alla media e svolto con diligenza enotevole preparazione professionale”.
Lodoti di celerità e speditezza del collega, confermate dai datistatistici, non hanno peraltro mai fatto venir meno la qualità eprecisione del suo lavoro, e tutti i dati statistici afferenti ilperiodo oggetto di valutazione impongono di enfatizzare ulteriormentetale giudizio.
Datali dati emerge organizzazione del lavoro che assicura tempestivatrattazione dei procedimenti ( senza trascurare l’evidenziatoapprofondimento degli stessi a livelli qualitativi notevoli), mentreviene esaltata comparativamente la posizione del dott. Ferraronell’ufficio, posizione che brilla concretamente per il raggiungimentodei risultati di scrupolosa trattazione e tempestiva assicurazionedegli obiettivi di efficienza e funzionalità, in funzione delraggiungimento concreto ed effettivo delle finalità pubbliche dellafunzione affidatagli.
6.Capacitàdi sintesi ed individuazione delle questioni da decidere
Laa'ttitudinealla analisi, già segnalata sin dai primi pareri non è mai andatadisgiunta dalla capacità di sintesi. Tutti i numerosi provvedimentivisionati direttamente (in particolare dagli Aggiunti ) rivelano alcontempo coerenza e rigore logico, ed evidenziano estrema puntualità epertinenza alle questioni da decidere.'
Ariscontro di ciò oltre alla già evidenziata qualità dei provvedimentiemessi, vi é l’apprezzamento diffuso di cui gode il dott Ferraro ancheper l’incisività e concreta efficacia delle requisitorie svolte inudienza, sempre complete ed adeguate alla complessità delle vicende equestioni da trattare. "
ILparere ribadito ancora in modo più incisivo nel 2008 ( dicembre )confluirà nella namina di sesta fascia  addirittura approvatadal CSM nel 2012 mentre era stato sospeso, ed ancora   nelluglio 2010 , in pieno "attacco" come si evince oltre , emerge daiverbali della seduta del CSM che si occupava della proposta di dispensaper "INETTITUDINE" una precisa indicazione sulla alta ed indiscussaprofessionalità preparazione ed equilibrio del magistrato : "  Ildott. Paolo Ferraro è un magistrato preparato, attento, scrupoloso,molto affidabile. Ha sempre lavorato con attenzione con scrupolo ed haesaurito sempre bene i suoi compiti. Ho portato le statistichecomparate del 2009  e del 2010 che sono il periodo cheinteressa : insomma lui lavora bene, esaurisce  quelloche gli si manda e di lamentele, personalmente, non ne ho." 
Questoè il magistrato che verrà dispensato nel dicembre 2012  , per ladenuncia fatta e per aver proseguito nel capire. Una azioneistituzionalmente insensata ed un precedente pressochè unico nellastoria costituzionale dal dopoguerra per gravità della azioneintrapresa e ingestibilità delle conseguenze di immagine negativa sulloStato e sulla stessa istituzione giudiziaria . 
Taleazione si spiega solo con ciò che ha scoperto il dott. Paolo Ferraro,di livello militare, segreto sia sui piani politico che sperimentale,che con la portata dirompente che avrebbero avuto le sue analisisvelando  chiavi di lettura retroattive che potevano rivelaretrame internazionali e nazionali nella e contro la magistratura edaltri apparati dello Stato,   e con il timore specifico chele sue capacità investigative ed analisi ingeneravano su una cordatadeviata romana , variamente composta,  coadiuvata da parentiirretiti e circondati e da un ex moglie  legata alladetta cordata molto più strettamente ,  imparentata conLucio Caracciolo noto geopolitico collegato ad ambienti internazionaliemergendo  tematiche di infiltrazione della vita ed altro che sonoracchiuse nella identità di questo apparato segreto e pericoloso . 
Il14 ottobre del 2008 a poca distanza dalle prime scoperte del dott.Paolo Ferraro si tenne il Convegnonazionale di studi per la intelligence e la sicurezza Paestum ottobre2'008 Francesco Bruno, Lucio Caracciolo, gen.le Pappalardo ed altri https://paoladesiderio.blog.tiscali.it/2008/10/15/convegno_nazionale_di_studi_per_l_intelligence_e_la_sicurezza___paestum_17_e_18_ottobre_1935652-shtml/?doing_wp_cronConvegno Nazionale di studi per la intelligence e la sicurezza Paestum cui parterciparono Francesco Bruno, Lucio Caracciolo,  gen.lePappalardo ed altri .. persone direttamente interessate ed investitedella vicenda ocomunque figure di riferimento nell’ambito delle tramedi eversione non convenzionale delnostro paese. 
IILA 'VICENDAA MONTE.
Il24  novembre del 2008 denunziò episodi avvenuti tra l'8 ed il 18novembre nell'appartamento situato nella città militare della Cecchignola doveconviveva da maggio dello stesso anno con una  donna separata da sotto ufficiale dell'esercito addetto allo StatoMaggiore della Difesa, signora presentatagli damagistrato addetto al ministero degli Esteri (aduna festa alla quale lo aveva condotto appositamente ma senza dare avedere, il 3 novembre 2006  - tre giorni primache esplodesse il casofiori nel fango due siveda a riguardo il post articolo https://paoloferrarocdd.blogspot.it/2014/01/vertici-militari-magistratura-romana.html -e nuovamente "ripropostagli"  sempre dallo stesso magistrato comebella donna  sinceramente interessata nel maggio 2007, inquanto evidentemente occorrevano incontro efrequentazione  non ancora realizzatisi).  
Permezzo di registrazioni audio condotte privatamente dallo stesso PaoloFerraro (allertato da  esplicita richiesta di aiuto da partedel figlio minore della convivente) si evince che quando egli nonera presente nell’abitazione della Cecchignola entrava in azione ungruppo composto  da sottoufficiali edufficiali militari abitanti nel palazzo e nel quartiere, con losvolgimento di attività anomale coinvolgenti donne, bambini e  laparticolare presenza di  bambini ROM.
Laprocura ottenne la archiviazione della denuncia esattamente tre mesidopo mentre nel frattempo il dott. Ferraro veniva con variepressioni  anche invitato a non approfondire la vicendascoperta.Dalla motivazione della archiviazione emerge che secondo lamagistratura nella abitazione vi era una donna sola intenta agliordinari lavori casalinghi.
Questala scheda da lui stesso compilata i primi del dicembre 2008 dopoanalitico ascolto degli audio,  condiviso con ufficiale di pgdi cui protegge il nome: 
Appunto  stilatoda Paolo Ferraro  nel dicembre 2008  adistanza di 25 giorni  circa  dalleregistrazioni audio e a circa 15 gg. dal deposito della primadenuncia, con sintesi dei fatti accertati e allineamento deglistessi secondo sequenza logico valutativa,  per aiutarelo stesso autore a coglierne la valenza diinsieme.  Si tratta di un lavoro svoltosul file originale registrato in data 08 novembre 2008 (nonancora rielaborato causa assenza del noto perito fonicoincaricato,  partito per New York, il quale non aveva ancoracompletato il primo lavoro di trascrizione e ascolto).
El'accerchiamento di Paolo Ferraro si rinforzava pericolosamente.  
Vedisul punto CAPITOLO 1 delPost1/12  Memoriale allegato alla denuncia del 7 Marzo2011 depositata a Perugia 




Subitodopo la redazione della scheda, Paolo Ferraro aveva investitol’avvocato Petrucci Luca dell'incarico di fornire alla donna ed albambino che con essa conviveva nellaCecchignola  l’assistenza di uno psichiatra e di unopsicologo (il bimbo aveva chiesto con frasi esplicite sebbeevasive l'aiuto dello stesso magistrato prima che egli sidecidesse,  dopo aver raccolto svariati indizi sulla gravitàdella situazione, a registrare quello che accadeva nella abitazione insua assenza). PetrucciLuca (checontribuirà a mettere in gioco Luigi Cancrini e ad attivarela  pratica di progressivo accerchiamento del magistratoFerraro)fatto oggetto di una metodica attività di intelligence posta inessere, cadràpoi nel novembre 2010 nella confessione spontanea per telefono piùutile possibile: “sì,è vero, hai toccato fili ad alta tensione, un vespaio pericoloso". Sinoa quel punto aveva recitato il ruolo dell’amico avvocato che aiutaval'amico magistrato in difficoltà "personali". 
Tuttala vicenda,  ormai pubblica,  è costellata da tradimenti,ammissioni, minacce, attività varie ed un comportamento criminale,deviato consapevole od immorale dei familiari (debitamente instupiditi,accerchiati ed in mala fede, volta per volta). Quando finalmenteemergeranno le prove che già nel 2006 e in parte sin dal2001  la Procura di Roma e la cordata dei magistrati avversie nemici a Paolo Ferraro , sapevano ben più di quanto basta ma avariotitolo  del mondo intercettato che porta alla pedofilia militare esette e psico sette di corredo (coinvolti anche tre piloti dellaaviazione militare e due sottoufficiali il sei novembre 2006),  e porta  alle trame segrete sottostantinecessariamente, tra le quali quella ordita contro il presidente delaRegione Lazio Marrazzo ( trait d'union un militare coinvolto anchenella indagine Fiori nel Fango due ) , emergerà ancor meglio  unatragica vicenda di trame a scopo,  anche,  di meradistruzione professionale e di invidia personale , che connota ilprofilo più squallido del tutto sotto i profilo del/dei moventi,collegati anche alla vendetta familiare di Silvia Canali , incastratanella vicenda di ragazzone porno attore e gigolò amatoriale che nacquenel 2006 per destabilizzarla e destabilizzare . Una trama già vista e posta in essere solo da chi conosceva caratteristiche e storiadella "ennesima"  avvocatessa interna al mondo del poteregiuridico di  palazzo . 
Nelperiodo febbraio-maggio del 2009 lo stesso magistrato regolarmente inservizio approfondì l'analisi degli audio ed aveva acquisito moltialtri elementi tutti indicati nella copiosissima documentazione immessain rete (per orientarsi www.cddindex.blogspot.it odil sito  www.paoloferrarocd.eumunito di indici sistematici poi integrato dal sito www.grandediscovery.it). Mada tempo, a sua insaputa, si era mosso lo psichiatra Luigi Cancrini perfarlo da un lato accerchiare dai parenti mentre dall’altro operava perl’occultamento di tutta la vicenda vanificando gli incontri di Ferrarocon l’ormai ex convivente,  volti a sottrarla dall’organizzazionecriminale di colletti bianchi e tute mimetiche
Successivamenteemergeranno: la retrodatabilità del ruolo di Cancrininell’attenzionamento e accerchiamento del dott. Ferraro, come pure ingenerale l’applicazione di metodi Tavistock e metodologie diaccerchiamento nei confronti di soggetti capaci ed indipendenti,occupanti posti chiave e per questo considerati pericolosidall’organizzazione.
Il21 maggio 2009 Luigi Cancrini ordinò ai parenti,precedentemente convocati e trattati di nascosto  (siricordi che Luigi Cancrini era ed è uno psichiatra,psicologo  ed ipnoterapeuta strettamente legato ad aree dellamagistratura e ad ambienti di potere anche non ufficiali),  dibloccare Paolo Ferraro per impedirgli in realtà di denunciare levicende con le nuove prove raccolte, a Perugia, come avevaanticipato in un duro incontro  con i tre magistrati dellaprocura di Roma direttamente e visibilmente coinvolti nellevicende:  Giovanni Ferrara (Procuratore capo) Agnello Rossi(Aggiunto) Stefano Pesci (PM) .
Aquella data  aveva inoltre già raccolto elementi su unpossibile intervento a suo danno, avendo di persona nel febbraio 2009per pura coincidenza ascoltato dal'esterno del corridoio un colloquiotelefonico tra Stefano Pesci e terzi, con i quale il detto Pesciintimava " TSO...o lo fate voi o lo  facciamo noi ".
Conuno stratagemma la ex moglie Silvia Canali, cognata di Lucio Caraccioloe altro, ben legata a questa area,  fissò un appuntamentotrappola il 23 maggio del 2009,  mentre ilprecedente  giorno il medesimo tentativo blitz poi realizzatoera andato a vuoto semplicemente perchè Paolo Ferraro sitrovava  fuori casa. Una squadra con  unapsichiatra (maivista prima)piombò verso le 18 e 45 del 23 maggio 2009 nell'appartamento del dott.Paolo Ferraro,  che fu condotto contro la sua volontà presso ilreparto psichiatrico di una struttura ospedaliera romana. Il tutto inassenza di qualsivoglia presupposto giuridico formale e sostanziale,accompagnato da una certificazione stilata all’impronta senza chevi fosse alcun elemento diagnosticabile a riguardo .
Nonera   stato sottoposto adun criminale  trattamentosanitario obbligatoriomaletteralmente sequestrato,senza provvedimento di convalida, di vaglio dei presupposti richiestiper l’attuazione della procedura ed in assenza totale di dettipresupposti. Arrivato alla struttura decise di chiedere ilricovero  volontario semplicemente perchè perfettamente sanoe ovviamente ritenendo che nulla avrebbe potuto essere accertato a suodanno. Tutto questo adddirittura certificato e descritto nella primanota della cartella clinica redatta dallo psichiatra di turnopalesemente ignaro della trappola (poi acquisita in copia e posta apubblica disposizione in rete). Una volta giunto all'ospedale ildott. Ferraro rimase addirittura in piena autonomia di movimentoper tre giorni, non "usufruendo" di alcuntrattamento perché  la struttura non sapeva comeintervenire in un caso palesemente anomalo. A coprire e risolverel’impasse fu poi letteralmente chiamato lo psichiatra StefanoFerracuti, responsabile del reparto dell'ospedale San Filippo Neri.                                                                                                                                                                 IL dott. Paolo Ferraro eradestinato al San Filippo Neri dove lo "attendevano " ma riuscì a sviareanche questo attacco, il più pericoloso.              Rientratoin servizio pochi giorni dopo, inoltrata domanda di ferie tramite ilsuo personale, e ripreso il lavoro ordinario ( stringendo i denti persuperare quello che gli era stato fatto e per non consentire alcunnuovo attacco criminale )  riprese il lavoro in ufficioregolarmente . Tutti attendevano  un crollo o una defaiance chenon ci furono e nonostante quanto la cordata deviata orchestrò perincastrarlo e toglierlo di mezzo , coma da anticaminaccia di Giuseppe Cascini propalata a voce direttamente nel novembredel 1991 .  una criminalità .. "lungimirante ".  abituata a muoversi anche sulmedio periodo aveva accerchiato silenziosamente il magistrato di cui silegge nella parte prima di questa scheda/voce. Non serve spiegare il"multiplo" perchè.  Nè serve dilungarsi sulle decine di attivitàdi pressione , minaccia diretta ed indiretta ed altre realizzate apartire da quando il dott. Ferraro cominciò ad acquisire tutte lecontroprove che servivano ed a capire più a fondo. Questa fase si aprìdall'agosto del 2010 falliti due nuovi tentativi di distruggerlo .
Esi sarebbe sviluppata anche con il ruolo promotore attivo della exmoglie , Avvocato Silvia Canali ormai svelate sue appartenenze evicende che ne chiarivano attività  organizzativa,  compartecipee condivisa ed appartenenza antica della  medesima.

IIILA VICENDA A VALLE.
Unaprima procedura di dispensa dal servizio presso il Consigliosuperiore della magistratura fuarchiviata nello stesso anno e una seconda riaperta per distruggerlo odannichilirlo poi archiviata  nel luglio del 2010.Il truccoe le modalità adottate vengono analiticamente illustrate nel MEMORIALEpost 1 intutti blog che trattano la vicenda . IL dott. Paolo Ferar rientratoimmediatamente in regolare servizio, dopo aver preso pochi giorni diferie , lavorava normalmente e senza alcun rilievo ipotizzabile sunessun piano . Ma, silente rifletteva sulll'accaduto criminale, e sucome ricostruire tutto quello che era accaduto esattamente, e dovevaessere messo a tacere. 
Il7 marzo del 2011 Paolo Ferraro hapresentato una denuncia in merito ai fatti del 2008/2009 presso laprocura del tribunale di Perugia, nella quale dennciava ilsequestro patito  e le condotte criminali subite ricondottealla vicenda, nonché le caratteristiche dei soggetti coinvolti e gliantefatti a lui in parte noti (edin parte da approfondire ancora, vista la trama e l'ordito cheemergevano da nuovi scenari e nuove scoperte).
Direcente immesse in rete persino leconferme registrate della storica contiguità e frequentazione diambienti militari da parte del PM romano Stefano Pesci ,  sindai tempi di quando era avvocato in Bologna ( 1985-1986 ). [1]
Il18 giugno del 2011 il Consiglio superiore della magistratura lo hacollocato in aspettativa d'ufficio per motivi di salute in via"cautelare". Il tutto con procedura urgentissima perchè, temendo imagistrati della procura romana che la notizia venisse diffusa e chepotessero uscir fuori le relative vicende tutte danascondere,  occorreva delegittimazione immediata.                                                                                                                                                                                                                                                           Ma era troppo tardi. Sul sito  www.corsera.it eranonon solo stati pubblicate notizie ed analisi ma anche certificatol'ascolto "terrifico" degli audio della Cecchignola dallo stesso autoredegli articoli https://paoloferrarocdd.blogspot.it/2013/10/corsera-sul-caso-melania-rea-e.html edun primonotiziaro breve servizio di TG SKY com   https://vimeo.com/channels/cddpaoloferraro/53121628  avevainiziato ad informare già la pubblica opinione.[1]
PaoloFerraro ha presentato ricorso al TAR contro  provvedimentocautelare, provvedimento di conferma ed estensione ad un anno dellaaspettativa coattiva,  ed ulteriori  dueprovvedimenti predisposti a portarlo al termine massimo di 18 mesiricorso al TAR.Il Consiglio superiore della magistratura lo ha dispensato il 16dicembre 2012.dalle sue funzioni per una "fantomatica" inettitudine costruita atavolino n modo talmente abborracciato e falsificato integralmenteda lasciare sbigottiti.
Nelfrattempo il dott. Paolo Ferraro aveva depositato in data 09ottobre e 3novembre dueesposti memoria con faldone di prove audio/video più 3 DVD allegaticontenenti apparato di relazioni e certificazioni inoppugnabilitrasmessi anche alla Procura generale della Cassazione. 
Nelgennaio del 2013 èstato  candidato al Senato  per le  elezionipolitiche, come capolista indipendente e di sinistra (!!!)nella circoscrizione elettorale del Lazio ed in altre regioni.
Neldicembre 2012 viene addirittura  attivata dalla Procura diRoma istanza per la nomina di amministratore disostegno,  presso il giudice tutelare di Roma. Dopo treudienze con partecipazione di valenti avvocati e una manifestazionepubblica di cittadini a difesa di Ferraro, la domanda è statarigettata. Ma a sua volta il rigetto ha svelato nellamotivazione  un uso abnorme e ultra petitum (oltre l'oggetto)della motivazione (chiarotentativo di ribadire  una versione dei fatti  evalutazioni sulla persona del dott. Paolo Ferraro ormai prive di ognifondamento e deliberatamente costruite in modo manipolato)           .               

IV.LO STATO DELLA VICENDA IN ATTESA DI EVENTUALI SVILUPPI.
Attualmente  visono oltre2 milioni di notizie in rete concernenti la vicenda a monte e leattività di informazione pubblica ed analisi svolte in anni di lavoro nonché quasitrecentomila versioni in rete di video conferenze edinterviste  concernenti  storia, vicende edattività del dott. Ferraro. Inun  crescendo informativo l’intera vicenda è statapuntualmente illustrata e sviscerata sino a dimostrare come lacomponete deviata della Procura di Roma "sapeva tutto"  eabbiano tentato di distruggere immagine e vita del dott. Paolo Ferraroin quanto dalla sua indagine sarebbe potuta  emergere anchela ricostruzione di orditi e attività orchestrate risalenti nel tempo,con la partecipazione diretta di vari soggetti istituzionali ed impiegodi risorse.
La grandediscovery  siè progressivamente estesa alle modalità operative, alla consistenza,finalità e struttura di un apparato segreto e ristretto che comprendemagistratura, vertici militari deviati,  psichiatricriminologi e psicologi/ipnoterapeuti collusi, avvocati  ealcuni politici,  da sempre ricollegatia quei magistrati della procura di Roma individuati ed elencati
Unlavoro incessante fondato anche sulle conoscenze storiche e lapartecipazione del dott. Paolo Ferraro, nell'epicentro romano, adattività associative e di rilievo ordinamentale: un osservatorioprivilegiato che gli ha consentito di risalire nella suaanalisi sino all'inizio degli anni novanta, quando questa nomenklaturadi magistrati da lui perfettamente conosciuta (senza poter arrivareperò a conoscerne la struttura anche segreta)  contrastavaferocemente ed era contrastata da Giovanni Falcone. Una rilettura tantoinquietante quanto corroborata da dati e conoscenze dirette, checonsente di dirimere la storia degli ultimi 23 anni risolvendosituazioni e dati che non collimavano nella versione precedente dellavicenda. Sull’ulteriore piano delle ricostruzioni di progetti attuatinella società (gestionedei minori, controllo sociale,  esperimenti in comunità) delleattività illecite a cavallo tra mondo militare e copertureeccellenti,  sugli intrecci con criminalità organizzate esulla matrice eversiva non convenzionale di molti avvenimenti, l'operadel dott. Paolo Ferraro (valutabile,criticabile ma profondamente ancorata a dati concreti osservabili),ha innovato chiavi di lettura e consapevolezza di quadro, aprendo gliocchi anche a realtà e strutture investigative su scala non solonazionale.           
Trai fatti nuovi l'aver evidenziato con dati e prove di diretta esperienzaanche ,  la esistenza di una tipologia di  organizzazionecriminale, in parte strutturata ed in parte fluida,  chemanovrando sul tessuto condìviso massonico e usando sinanche lacriminalità organizzata,      usufruisce  di sistemi complessi di violenza e protocolli che assommano tutti  ivari piani  della violenza morale  e fisicateoricamente  esercitabile e praticamente posta in essere,talvolta  impiegando  metodologie e tecnologie estremamentesviluppate,   e tenute parzialmente od in tutto nascoste allapubblica opinione, anche se il cuore operativo è costituito dalletecniche di accerchiamento e distruzione degli individui e gruppisociali TAVISTOCK 2.0  cuisi rinvia). Mentreil saldo controllo della informazione ufficiale e la manipolazioneculturale strutturata anche secondo metodologie Tavistock nerappresenta il  sofisticato  presupposto operativo,ad una attenta osservazione questa struttura,  che sovraordina esupera le distinzioni visibili della politica  ufficiale, appare aver realizzato da tempo  un salto di qualità ecostituisce a tutti gli effetti un superamento della vecchiametodologia della loggia segreta P2. . 
LOschema teorico dello svuotamente delle democrazie e delle metodologiedi assalto  "strisciante " ed occupazione dei gangliessenziali degli Stati ha molti ascendenti evidenziati dal dott. PaoloFerraro, ma tra tutti gli scritti noti di Edward Lutwack geopolitico edesperto del Pentagono, ed un libro di "Teoria del .... "   addirittura risalente al 1968.   Su metodologie manipolativee di dominio la bibliografia è ben più vasta, tuttavia..                                      
V.FONTI INFORMATIVE BASE 

Consigliatii siti paoloferrarocdd.eu e grandediscovery.it munitidi INDICI sistematici particolarmente utili scaricabili altresì inversione OFF LINE ai links 




Perchi non conosce vicende a monte ed a valle, esse erano già al 2013: 
ben semplificatenell'articolo 

eben analizzate con riferimento alla vicenda a monte nell'articolo diEnrica Perrucchietti 

estesamentericostruite nel memoriale

approfonditesulla pista familiare e sull'uso eterodosso di giudizio civile , 
http://paoloferrarotrumanshowstory.webnode.it/news/a2-la-grande-discovery-pista-familiare-uso-eterodosso-del-divorzio/

portatea valutazione con dati audio e brogliacci a player integrato

aggiornatecon dati ed elementi valutativi attraverso i tredici post ordinati

svisceratecriticamente in sintesi nella lettera aperta al giudice Cianciointegrata con player audio e contestualizzazione di audio https://paoloferrarocdd.blogspot.it/2013/05/marra-le-massonerie-deviate-il-giudice.htmedel pari pubblicate sinteticamente nella successiva letteraall'Aggiunto Ilda Bocassini https://paoloferrarocdd.blogspot.it/2013/06/cara-boccassini-quello-contro.html , entrambile lettere parto riferibile all'AVV. Marra Alfonso, con qualcheintegrazione successiva per rafforzarle con prove e documenti audioimmediatamente vagliabili, 

Unasintesi iniziale è fornita dalla intervista riportata in calce allamail informativa https://cddindex.blogspot.it/2013/04/mail-alla-cortese-attenzione-dei.html mentre  losviluppo di analisi nei post del maggio giugno  2013 algennaio 2014 in tutti blogs del CDD e primo di essi nel blog www.paoloferrarocdd.blogspot.it portanoa compimento tutti i dati acquisiti e la ricostruzione del quadrogenerale di riferimento .
Nelpost del novembre 2013 "TAVISTOCK2.0..." reperibilesu qualsiasi blog del CDD al capitolo quinto si trova una prima 'analisicontestualizzata degli audio della Cecchignola' Semprea questo riguardo, oltre la versionedei brogliacci con player integrato   èpresente un videodedicato alla contestuaizzazione dell'ascolto . 
Sitoindice generale  www.cddindex.blogspot.it
Maggioriinformazioni nelsito indicizzato aggiornato al 2018 per rapida consultazione edimmediata visualizzazione https://paoloferrarotrumanshowstory.webnode.it/
Peri pigri inguaribili semplifichiamo qui :
unmagistrato ( noto, impegnato e ancor più stimato nel mondo giudiziarioromano ) viene “messo in mezzo “ con tecniche varie in stile servizideviati, ma scopre sempre qualche minuto prima quello che non dovevascoprire e che svela un intero vaso di pandora coinvolgente anche mondimilitari ed altri ( oltre quello che gli accadeva vicino).Per tapparglila bocca, visto che continuava ad approfondire e capire, lo sequestranocon una attività costruita a tavolino dalla psichiatria deviata secondoi moduli dell'ancient Tavistock Institute ( ti accerchiano, distruggonofamiglie e situazioni personali e poi cercano di tombare il tuttocompreso l'accerchiato).L'operazione non riesce per vari motivi, tracui carattere coriaceo e speciale attitudini della vittimapredestinata, così come falliscono i vari tentativi di inserire step eprofili nella vita dello stesso magistrato, un po' ingenuo e puro matanto tanto odiosamente intelligente .Di fronte ad una valanga di provemontante cercano di delegittimarlo per la via della ignominiosadispensa dal servizio, ma questa è talmente incongrua sul piano dellanota e reale professionalità del magistrato che fanno l'ennesimoautogol.Non paghi perseguono la via del distruggerlo tramite la mortecivile e l'infangamento e sinanche il tentativo fallito di  nominadi amministratore di sostegno , dopo aver avviato lo strangolamentoeconomico , destituendolo .Cento conferenze, interviste e trasmissioni, dieci canali video, centinaia di migliaia di notizie e video in rete,la sua presentazione alle elezione come capolista al Senato in varieregioni e la crescita irrefrenabile della coscienza collettiva nonchéil suo impegno politico e nuove e dettagliate denunce tutte arrivate atutti i gangli dello Stato, fanno da contorno alle ulteriori ultimeiniziative, sempre più caotiche, disordinate, confuse ed improvvisate asuo danno . Mentre si comincia a delineare concretamente una TrumanShow story reale ma da leggenda, con tanto di rivelazione da ascolto ditecniche di trattamento mentale, prove concrete verificabili dachiunque, in concreto , di attività criminali etc etc ... 
Edoggi, aggiornato dal 15 ottobre 2018 nella versione definitiva ecaldamente ....consigliato



IL DVD-ISO
“IL FILODEL MAGISTRATO ED IL LABIRINTO SENZA PIU' SEGRETI



LAVERSIONE 1000 Golden FINALE DEL DVD-ISO “IL FILO DEL MAGISTRATO ED ILLABIRINTO SENZA PIU’ SEGRETI” conclusivamente aggiornata innovata erevisionata, ulteriormente riscritta, implementata e compatibile contutte le piattaforme informatiche su pc, viene distribuitagratuitamente da
 https://ilfilodelmagistrato.altervista.org/dvd-iso-1000-2-il-filo-del-magistrato/ (ivied altrove informazioni complete) e scaricabile in perfettoanonimato utilizzando alternativamente una qualsiasi delle

TRECARTELLE DEFINITIVE PER DOWNLOAD DVD-ISO su MEGA
Cartellacon video selezionati siti OFF LINE e DVD su MEGA
oSETTE CARTELLE DEFINITIVE PER DOWNLOAD DVD su MEDIAFIRE
Cartellacon video selezionati siti OFF LINE e DVD su MEDIAFIRE

SITION LINE E SITI OFF LINE DEL CDD 

SITIPORTANTI PRINCIPALI

1.www.paoloferrarocdd.eu

2.www.grandediscovery.it

3.www.paoloferrarocdd.com

4.www.paoloferraro.it

LINKS PER DOWNLOADS  DEI SITI PORTANTI IN VERSIONE OFF LINE SUPC 
www.mediafire.com/folder/1eoakcy9cxqfh/DVD_BLOGS_OFF_LINE_THE_LAST_VIDEO


SITIX DISTRIBUZIONE DVD-ISO



SITICDD BLOGSPOT

1.   Visualizzablog  https://paoloferrarocdd.blogspot.com/
2.   Visualizzablog  https://cdd10b.blogspot.com/
3.   Visualizzablog  https://cdd13.blogspot.com/
4.   Visualizzablog  https://cdd14.blogspot.com/
5.   Visualizzablog  https://cdd16.blogspot.com/
6.   Visualizzablog  https://cdd17.blogspot.com/
7.   Visualizzablog  https://cdd18.blogspot.com/
8.   Visualizzablog  https://cdd19.blogspot.com/
9.   Visualizzablog  https://cdd20.blogspot.com/
10.Visualizzablog https://cdd21.blogspot.com/
11.Visualizzablog https://cdd22.blogspot.com/
12.Visualizzablog https://cdd4.blogspot.com/
13.Visualizzablog https://cdd5.blogspot.com/
14.Visualizzablog https://cdd6.blogspot.com/
15.Visualizzablog  https://cdd7.blogspot.com/
16.Visualizzablog https://cdd8.blogspot.com/
17.Visualizzablog https://cdd9.blogspot.com/
21.Visualizzablog https://ccdd4.blogspot.com/
22.Visualizzablog https://ccdd6.blogspot.com/
23.Visualizzablog  https://cdd10.blogspot.com/
24.Visualizzablog https://ccdd2.blogspot.com/
25.Visualizzablog https://ccdd5.blogspot.com/
26.Visualizzablog https://cdd100.blogspot.com/
30.Visualizzablog https://cdd3.blogspot.com/
32.Visualizzablog https://cdd10c.blogspot.com/


SITIALTERVISTA


SITIWORDPRESS 



SITIOVER-BLOG


PRINCIPALI CANALIVIDEO E PLAYLIST
YOUTUBE 

PaoloFerraro

GRANDEDISCOVERY PER RIFONDARE STORIA E POLITICA

CDDHANGOUT
PLAYLIST 
https://www.youtube.com/watch?v=odmovBXnm48&index=1&list=PLbdvux5ldBUgC4Nmv9-JLB2sILjzoYcBf

CDDComitato Difendiamo la Democrazia

ILCANALE DEL CDD Comitato Difendiamo la Democrazia
PLAYLIST


Paoloferrarocdd
PLAYLIST

PaoloFerraro

CDDTERZA VIA. PAOLO FERRARO

GRANDEDISCOVERYPAOLO FERRARO


PaoloFerraro

LAGRANDEDISCOVERY SI DIFFONDE


paoloferraro

CDDCanale VIDEO CONFERENZE INTERVISTE

IICHANNEL GRANDEDISCOVERY CASO PAOLO FERRARO

LAGRANDEDISCOVERY ED IL CASO PAOLO FERRARO

CDDINFORMA

PaoloFerraro





YOUMEDIA 






VIMEO







DAYLIMOTION



GLORIATV

Contatti

CDD Comitato di Coordinamento Difendiamo la Democrazia

paoloferrarocdd@gmail.com

INDICE DEI BLOG
www.cddindex.blogspot.it

CELL 3929069339
SKYPE paolo.ferraro65
ooVoo paoloferraro
INDIRIZZI MAIL
ccdd.difendiamolademocrazia
paoloferrarocdd@gmail.com
cdd@paoloferraro.it
posta@paoloferraro.it
email@paoloferraro.it
paoloferraro@paoloferraro.it
pafer3@libero.it

Cerca nel sito

 

 

CDD Comitato Difendiamo la Democrazia © 2012 Tutti i diritti riservati.

Paoloferrarocdd.eu